Di recente abbiamo apportato alcune modifiche alla nostra Informativa sulla privacy a supporto delle nuove leggi sulla protezione dei dati dell’UE. Fai clic qui per saperne di più.

MANDORLE: CRESCITA SOSTENIBILE

Growing Good PNGOltre a fornire un approvvigionamento sicuro e stabile di mandorle, la comunità californiana di oltre 6.800 coltivatori di mandorle si impegna a perseguire pratiche agricole sostenibili economicamente valide basate sulla ricerca scientifica, il buon senso, il rispetto per l'ambiente, i vicini e i dipendenti. Il risultato è un prodotto alimentare abbondante, nutriente e sicuro.1 

Dal 1973 l’Almond Board della California (ABC) investe nella ricerca per continuare ad aiutare gli agricoltori a superare sfide complesse. Quest'anno l’ABC ha investito 4,8 milioni di dollari in progetti di ricerca che esplorano le pratiche agricole e di sostenibilità delle prossime generazioni. Questi progetti di ricerca coprono una varietà di argomenti tra cui l'efficienza dell'irrigazione, la qualità dell'aria e la salute delle api da miele, fornendo le basi per una maggiore comprensione e migliori pratiche.

Quando si tratta di seguire pratiche agricole sostenibili, gli agricoltori e i trasformatori della delle mandorle californiane sono progressisti e s’impegnano continuamente a fare di più. Il programma di sostenibilità della mandorla californiana è stato istituito nel 2009 in parte per comprendere meglio i continui miglioramenti in termini di sostenibilità che gli agricoltori ottengono in tutte le pratiche di produzione e fornire un'educazione continua su questi argomenti. 

Ad oggi quasi il 23% della diffusione della mandorla in California è rappresentata da valutazioni complete.

Scopri di più sul nostro impegno per la sostenibilità e il miglioramento continuo nella Pubblicazione Growing Almond Sustainability 2018

Bee

L’acqua conta: più raccolto per goccia

Tutto gli alimenti richiedono acqua per crescere e produrre. Per questo motivo, l'uso efficiente dell'acqua e la gestione dell'irrigazione sono sempre state delle priorità per i coltivatori di mandorle della California. In effetti, l'agricoltura innovativa e gli sviluppi della produzione negli ultimi due decenni  hanno ridotto la quantità di acqua necessaria per far crescere una libbra (453 g) di mandorle del 33%.2

Come l’hanno raggiunto? Gli studi dicono che:

  • Più del 70% dei mandorli segnala di utilizzare sistemi di  microirrigazione a risparmio idrico, molto al di sopra della media del 42% registrato per i metodi di irrigazione in tutto lo stato della California.3,4
  • Più dell'80% degli agricoltori riferisce di utilizzare  l'irrigazione basata sulla domanda nei propri mandorleti, il che significa che riesaminano una combinazione di condizioni meteorologiche, umidità del suolo e alberi per determinare le strategie di irrigazione, piuttosto che irrigare secondo un programma prestabilito.3

Lavorare per ripristinare le acque sotterranee

Per aiutare a ricostituire le falde acquifere impoverite, l’ABC ha collaborato con il Lawrence Berkeley National Laboratory, l’Università della California, Davis, Land IQ e il Sustainable Conservation per determinare il ruolo che i mandorleti della California possono svolgere nel futuro idrico della California. Sfruttando l’acqua piovana in eccesso e facendola defluire nei mandorleti, la ricarica delle acque sotterranee nei campi potrebbe non solo avvantaggiare le falde acquifere sotterranee, ma anche l’intera comunità. I risultati preliminari indicano che la terra di 675.000 acri di mandorleti in California è moderatamente buona e più adatta per la ricarica delle acque sotterranee.5

Rifiuti minimi

Buds, Bees and Bloom- Part 3: Bloom Sapevi che i mandorli danno vita a più prodotti? Oltre ai semi oleosi che mangiamo, ci sono altri prodotti come il mallo che viene usato per alimentare il bestiame e i gusci che vengono utilizzati come lettiere per il bestiame. Anche gli alberi vengono utilizzati alla fine della loro vita sia per creare energia alternativa o migliorare la qualità del suolo.

Le mandorle non sono vendute con i loro prodotti di scarto. Ciò significa che l'industria, non l'utente finale, è responsabile di sfruttare al massimo il valore del mallo, gusci e materiale legnoso, piuttosto che inviarli a una discarica.

Oltre a questi usi tradizionali, l’ABC sta concentrando gli investimenti nella ricerca su nuovi e innovativi usi di questi coprodotti, tra cui i fabbisogni manifatturieri nei settori alimentare, automobilistico, farmaceutico e delle materie plastiche.

Impronta di carbonio

Oltre ai continui miglioramenti delle pratiche di produzione della mandorla, i mandorleti californiani offrono vantaggi intrinseci come evidenziato dalla ricerca sulla Life Cycle Assessment (LCA) della UC Davis. Questo studio ha dimostrato che i 130 milioni di mandorle6 della California accumulano e immagazzinano quantità significative di anidride carbonica, un potente gas serra, durante i loro 25 anni di vita, e l'utilizzo di coprodotti a base di mandorle è fondamentale per ridurre le emissioni di carbonio e l'impatto ambientale.

Se i progressi nella produzione e le modifiche alle politiche lavoreranno di pari passo, la comunità della mandorla californiana potrebbe diventare una realtà a carbonio a impatto zero o addirittura carbonio a impatto negativo. Attualmente, il 50% delle emissioni di carbonio del settore è compensato dallo stoccaggio di carbonio intrinseco degli alberi e dalle attuali pratiche agricole.7

All'interno di un contesto alimentare più ampio, la ricercatrice Alissa Kendall afferma: "Le mandorle della California hanno un'impronta di carbonio inferiore rispetto a molti altri alimenti ricchi di sostanze nutritive”.

Un habitat perfetto

La California è uno dei pochi posti sulla terra con un clima simile a quello mediterraneo, necessario per far crescere le mandorle. Altri luoghi con climi adeguati includono l'area circostante il Mar Mediterraneo, l'Australia, il Sudafrica e il Cile.

Il clima, insieme a terre fertili, disponibilità di acqua e infrastrutture, tecnologie innovative e opportunità di ricerca rendono la California la regione più produttiva per la coltivazione di mandorle nel mondo. In realtà, la California produce oltre il 50 per cento dei frutti, noci e verdure degli Stati Uniti. 

Creazione di valore economico

Buds, Bees and Bloom- Part 3: Bloom Per via di queste condizioni ideali, la California produce oltre l'80% della fornitura mondiale di mandorle e rappresenta il 99% del fabbisogno nazionale. 8 Questo crea un vantaggio comparativo, che a sua volta crea un valore economico non solo per gli agricoltori ma per la California nella sua totalità. Secondo uno studio dell’Agricultural Issues Center dell'Università della California, l'industria della mandorla californiana nel suo complesso genera circa 104.000 posti di lavoro in tutto lo stato.

Per dirlo in prospettiva, questa cifra equivale al numero di dipendenti della General Motors in tutto il Nord America. Questi posti di lavoro sono generati in più settori il che si traduce in oltre 21 miliardi di dollari di introiti lordi in California e l'aggiunta di circa $ 11 miliardi di dollari alle dimensioni dell'economia totale dello stato.9

L’agricoltura del futuro

Oltre il 90% delle fattorie di mandorle della California sono aziende a conduzione familiare, molte di proprietà e gestite da agricoltori della terza e quarta generazione che vivono sul territorio e pianificano di tramandarle ai propri figli. 10 Gli agricoltori dell’Almond Board riconoscono la necessità di gestire attentamente le risorse per le generazioni attuali e future, e di offrire un lavoro continuo ai propri dipendenti, proteggendo al tempo stesso le loro famiglie, le comunità locali vicine e l'ambiente.

Per ulteriori informazioni sui nostri sforzi per la sostenibilità, visitare AlmondSustainability.org.


11Cosa definisce la sostenibilità delle mandorle della California? La coltivazione sostenibile di mandorle utilizza pratiche di produzione economicamente valide e basate su ricerca scientifica, buon senso e rispetto per l'ambiente, i vicini e i dipendenti. Il risultato è un prodotto alimentare abbondante, nutriente e sicuro.
2Università della California. Gestione della siccità UC. Febbraio 2010. Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite. Carta di irrigazione e drenaggio FAO 66 - Resa del raccolto in risposta all'acqua. 2012. Almond Board of California. Almond Almanac 1990-94, 2000-14.
3California Almond Sustainability Program. Gennaio 2014.
4Dipartimento delle risorse idriche della California. Aggiornamento del piano idrico della California 2013. ottobre 2014.
5Land IQ. Analisi di idoneità alla ricarica delle acque sotterranee. Novembre 2015.
6USDA-NASS. Rapporto 2015 sulla mandorla in California. Aprile 2016. USDA-NASS. Rapporto di misurazione obiettivo California Almond 2016. Luglio 2016
7Alissa Kendall, et al. Valutazione del ciclo di vita dell'uso di energia e delle emissioni di gas serra nella produzione delle mandorle. Parte 1: quadro analitico e risultati di riferimento. Journal of Industrial Ecology. 2015.
8Almond Board of California and INC (International Nut and Dried Fruit Council), The Cracker 2014.
9University of California Agricultural Issues.
10USDA. Censimento agricolo 2012.